Al passo col programma scolastico

QUATTRO PASSI NEL MEDIOEVO

La visita guidata alla Treviso medievale permetterà di conoscere alcuni dei principali siti cittadini, emblematici della vita urbana del Medioevo, simboli del potere civile, religioso ma anche della vita quotidiana: la chiesa di S.Nicolò e la sala del Capitolo dei Domenicani, la cripta del Duomo (compatibilmente alle funzioni religiose) che conserva le reliquie del patrono della città, la chiesa di S.Francesco, il Palazzo dei Trecento (esterno), Piazza dei Signori, la Calmaggiore. Durante la visita, inoltre, saranno segnalati alcuni esempi di dimore medievali: casa-fondaco, casa con copertura a solaria, casa a barbacani, casa affrescata.

 

IL RINASCIMENTO A TREVISO

Un percorso suggestivo alla scoperta del volto rinascimentale della città. La passeggiata prende avvio dalle mura rinascimentali, affascinante sistema difensivo nato dalla mente illuminata di Frà Giocondo. Lo scorrere delle acque accompagna poi i ragazzi, attraverso angoli pittoreschi e ricchi di storia, fino all'imponente Duomo che conserva al suo interno due opere dei maggiori pittori dell'epoca: Tiziano e Pordenone. Durante il percorso si osservano le caratteristiche case affrescate e tutti quei numerosi elementi urbani (dai ponti, ai portici, dai camini alle iscrizioni...) che permettono di cogliere le raffinate atmosfere di Treviso in epoca rinascimentale.

 

BIANCO, ROSSO E VERDE: IL 1800 A TREVISO - A SPASSO PER LA CITTA' RACCONTANDO L'UNITA' D'ITALIA

Un percorso che si snoda tra le vie del centro cittadino -partendo dalla Stazione ferroviaria- alla ricerca delle tracce lasciate durante il secolo che ha visto Treviso trasformarsi in moderna città. I ragazzi verranno accompagnati alla scoperta dei luoghi e degli edifici storici che hanno dato ospitalità ai personaggi i cui nomi sono legati alla Storia d’Italia. Chiese, teatri, biblioteche, carceri e tribunali insieme a piccole targhe, stemmi, e monumenti diventeranno i protagonisti di questo viaggio nel XIX secolo, così importante per la nostra storia recente. Nel contempo, gli studenti verranno avvicinati a temi quali l’evoluzione della tecnica e lo sviluppo dell’industria, determinanti per il cambiamento del volto della città nel corso del secolo.

Itinerari nella natura

CENTO STORIE LUNGO IL SILE 

Un’avvincente caccia al tesoro lungo il corso del fiume Sile, per scoprire le tracce lasciate dall’uomo nel territorio e imparare a decifrarle. Durante il percorso di visita verranno osservati i “macro segni”, come gli edifici storici e le strade Alzaie, e gli elementi minori, quali cippi, burchi e banderuole, testimonianze di un modo d’essere che ormai non ci appartiene più ma che merita di essere riscattato come memoria storica della vita lungo il fiume.

Itinerari nel bellunese

BELLUNO

La visita prevede una passeggiata attraverso il centro storico di Belluno: la medievale via Mezzaterrache conduce a Porta Rugo, Porta Dante e Porta Dojona; Piazza del Duomo sulla quale affacciano il Palazzo dei Rettori, in stile veneziano, Palazzo Crepadona e il Duomo di Santa Maria Assunta, di Tullio Lombardo, che contiene opere di Jacopo da Bassano, Schiavone, Diziani e Palma il Giovane. Notevole è l’alto campanile dello Juvarra. La visita prosegue in Piazza dei Martiri racchiusa da una cortina continua di palazzi con portici dove si trova anche la chiesa di San Rocco; vicino vi sono la notevole chiesa di Santo Stefano del 1485 in stile gotico italiano, la Loggia dei Ghibellini e il Monte di Pietà in Piazza delle Erbe.


FELTRE

Suggestivo centro fortificato dell’area montana in provincia di Belluno, Feltre ha mantenuto le caratteristiche di centro storico con i suoi palazzi affrescati come nella migliore tradizione cinquecentesca.
Il percorso parte da Porta Imperiale e, percorrendo via Mezzaterra, vengono segnalati, oltre alle numerose facciate affrescate: la chiesa di San Giacomo, il caratteristico palazzo Bellati-Villabruna, il Palazzo della Ragione con il teatro della Senna ed il fondaco della Biade.
Si incontra quindi il Palazzo del Pretorio, attuale sede municipale, con la splendida sala degli stemmi.
Salendo verso la parte sommitale del nucleo storico, si arriva alla Piazza della Legna progettata, come il vicino palazzo Guarnieri, dall’architetto Segusini.
La chiesa dei SS. Rocco e Domenico, con le fontane Lombardesche, chiudono la quinta della piazza verso nord.
Altri luoghi notevoli, da non perdere, sono il Vescovado Vecchio ora Museo Diocesano d’arte Sacra con pezzi rarissimi, la Galleria Rizzarda, nonché, fuori il centro di Feltre, il Santuario dei SS. Vittore e Corona ad Anzù (non raggiungibile con pullman turistici).

 

LA DIGA DEL VAJONT E LONGARONE

La natura è stata più forte dell’uomo: questa la frase dell’ingegnere Alberto Biadene durante il processo per il disastro del Vajont. Si è trattato di una tragedia annunciata, di uno dei disastri industriali più grandi mai accaduti. Il percorso di visita permette di conoscere tutti i momenti che hanno preceduto e seguito il disastro e tutti i personaggi che ne sono stati responsabili o vittime. Si potrà osservare l’enorme massa di terra che ancora oggi occupa lo spazio dove prima del 9 ottobre del 1963 si trovava il lago del Vajont. Nel paesaggio si impone alla vista l’enorme diga sopravvissuta al disastro. Il percorso verrà arricchito dalla visita al centro storico di Erto, dove è possibile vedere lo scrittore scultore Mauro Corona al lavoro nel suo laboratorio e a Longarone la chiesa in memoria delle vittime del Vajont, uno dei capolavori dell’architettura del ‘900 progettata da Giovanni Michelucci. Il percorso si chiuderà con la visita al commovente cimitero delle vittime della tragedia.

Laboratori

SCRIPTA MANENT: RITMI E LUOGHI DELLA VITA DI UN FRATE  AMANUENSE NELLA TREVISO MEDIEVALE

I frati scrivani di fine Trecento ci guideranno alla scoperta di uno dei conventi più importanti della città: S. Nicolò. Tra imponenti architetture e immagini suggestive i ragazzi saranno accompagnati alla scoperta della vita degli amanuensi per poi sperimentare l’arte della miniatura e vivere un diverso incedere del tempo, lontano dalle frenesie dell’età moderna.

 

RACCONTARE TREVISO: PAROLE E IMMAGINI DELLA CITTA' DIPINTA

Un laboratorio didattico per imparare a leggere la storia di Treviso attraverso i segni grafici e pittorici che la caratterizzano; un viaggio attraverso le storie, gli stili e soprattutto le tecniche artistiche (affresco/tempera/olio) che hanno reso celebre la “città dipinta”.